forumambientalista

Problemi del clima, Ora della Terra: buio in tutto il mondo dalle 20,30 alle 21,30 locali

In 1 on marzo 27, 2010 at 5:45 pm
Il manifesto ufficiale dell’Ora della Terra 

E’ scattata in tutto il mondo l’Ora della terra. Sabato è partita dalle isole Chatham nel Pacifico alle 20.30 locali (le 7.45 in Italia), la staffetta di almeno 120 Paesi attorno al mondo. Migliaia di città e monumenti, dal Colosseo a Roma alle piramidi d’Egitto, al ponte del Golden Gate a San Francisco, resteranno al buio per un’ora per richiamare l’attenzione sui problemi del clima, sull’utilizzo dell’energia sostenibile e sugli stili di vita dei cittadini a basso consumo di CO2.

L’Ora della terra, l’evento mondiale del Wwf, coinvolgerà centinaia di milioni di persone che spegneranno le luci e gli impianti non essenziali per mostrare al mondo cosa si può fare per risolvere il problema del riscaldamento globale. Il testimone passerà all’isoletta di Tuvalu che sta già letteralmente affondando nell’oceano a causa del sollevamento delle acqua, dove sarà il governo a spegnere l’interruttore per l’intera nazione, per continuare a Hiroshima, Pechino e in Nepal, e poi attraverso l’Europa e l’Africa fino alle Americhe, per concludersi nelle isole Samoa.

A Roma al buio fontana di Trevi. Resterà al buio per un’ora, tra le 20.30 e le 21.30 di sabato, una delle fontane più famose del mondo. A spegnere la fontana di Trevi, accanto ai volontari del WWF e al presidente onorario Fulco Pratesi, sarà l’attore e regista Ricky Tognazzi, che attraverso un grande interruttore darà ufficialmente il via anche in Italia all’evento. Testimonial dell’evento anche Francesco Totti che ha girato uno spot per promuovere l’iniziativa in Italia.

In Italia hanno aderito oltre 120 tra grandi città e piccoli Comuni, che spegneranno monumenti e luoghi simbolo come la Mole Antonelliana a Torino, il castello Sforzesco a Milano, il Palazzo Vecchio a Firenze, la Torre di Pisa e tutta la Piazza dei Miracoli, La Valle dei Templi di Agrigento, la Torre San Pancrazio a Cagliari e perfino l’Acquario di Genova.

Nel mondo resteranno spenti per un’ora alle 20.30 locali 4 degli edifici più alti del mondo: il più alto in assoluto, il Burj Khalifa di Dubai insieme al Taipei 101 a Taiwan, la CN Tower di Toronto e il Willis/Sears di Chicago. E poi la Table Mountain a Cape Town, il Gran Palace di Bangkok, la Tokyo Tower, la Porta di Brandeburgo di Berlino.

Per la prima volta si spegneranno la Città proibita di Pechino, il Ponte sul Bosforo, l’Angelo dell’Indipendenza in Messico. Negli Stati Uniti, una delle nazioni più significative per il tema clima, si spegneranno il Golden Gate, l’Empire State Building, il Monte Rushmore e persino le luci di Las Vegas.

A Londra si attenueranno le luci del London Eye, la grande ruota panoramica e il grande pannello luminoso della Coca Cola a Piccadilly Circus. A Monaco di Baviera, Allianz spegnerà lo stadio Allianz Arena. Hiroshima sarà la prima città giapponese che mostrerà il proprio impegno nella lotta ai cambiamenti climatici spegnendo le luci del Peace Memorial

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: