forumambientalista

1 fan 1 albero

In Senza categoria on novembre 13, 2010 at 7:21 pm

Foto: Knol

Le foreste hanno un ruolo insostituibile a livello biologico ed economico: contribuiscono alla tutela della biodiversità, svolgono un ruolo fondamentale nella conservazione delle acque e del suolo (difesa da frane e erosioni), forniscono prodotti non solo legnosi e funzionano come serbatoi di assorbimento del carbonio. Le foreste tropicali, che coprono appena il 7 per cento della superficie del pianeta, ospitano circa la metà delle specie animali e vegetali.

Secondo il “Forest resource assessment”, rapporto curato dalla FAO, ogni anno vengono distrutti 14,6 milioni di ettari di foreste naturali. In un decennio abbiamo perso un’estensione di foreste pari a 940 mila kmq: una foresta grande come l’Egitto. Le minacce principali alle foreste sono lo sfruttamento insostenibile, il taglio e il commercio illegale di prodotti forestali, gli incendi, le costruzioni e lo sfruttamento agricolo.

Proprio per tutte le funzioni che svolgono, la perdita e la devastazione delle foreste sono fenomeni preoccupanti. Ogni anno la deforestazione provoca la perdita nel mondo di circa 13 milioni di ettari di foreste. Le foreste primarie – quelle senza tracce visibili di attività umane passate o presenti – rappresentano il 36per cento del totale, ma vengono distrutte, o modificate, al ritmo di 6 milioni di ettari all’anno a causa della deforestazione o dello sfruttamento selettivo delle foreste. Appare in diminuzione invece la perdita netta di foreste, grazie ai programmi di riforestazione in alcune zone e alla naturale espansione delle foreste esistenti.

La perdita netta annuale di area boschiva tra il 2000 ed il 2005 è stata di 7,3 milioni di ettari – un’area pari alle dimensioni della Sierra Leone o di Panama – ma comunque inferiore a quella stimata per il decennio 1990-2000, che era stata di 8,9 milioni di ettari l’anno. La zona più colpita è stata il Sudamerica con circa 4,3 milioni di ettari di foreste persi all’anno, seguita dall’Africa che ne ha persi 4 milioni di ettari.

Unimondo da 8 anni sostiene un progetto di riforestazione in Kenya a compensazione della C02 che produciamo ogni giorno. È cosciente, infatti, che anche la propria attività editoriale produce C02 nonostante sia solo su internet e non utilizzi carta stampata. La riforestazione è curata da Tree is Life, un gruppo di giovani agroforestali che sono già stati premiati per la loro efficienza in diversi concorsi. La campagna 1 fan – 1 albero invita i lettori a piantare subito una loro piccola foresta in Kenya.

Come si fa? In 5 passi:

1) entra in Facebook;

2) cerca “Unimondo Face2Facebook”;

3) diventa fan…se non lo sei già;

4) suggerisci agli amici che hai in Facebook di diventare fan di Unimondo;

5) suggerisci ad almeno 3 amici che hai in Facebook d’invitare i loro amici a fare questi 5 passi;

Il numero di alberi che verrà piantato in Kenya dipenderà dal numero di amici che sono diventati fan di Unimondo.

Come possiamo verificare? Unimondo pubblicherà periodicamente sul portale e su Facebook lo stato di avanzamento del progetto. Non solo. Il lettore di Unimondo potrà scrivere direttamente al coordinatore di Tree is Life in Kenya per avere un aggiornamento del progetto.

Vi saranno anche missioni di valutazione? Mentre scrivo il presente articolo il collega Luca Ramigni è a Nyahururu – Kenya ove andrà a monitorare il progetto. Ha appena inviato delle foto del vivaio sostenuto dalla campagna 1 fan – 1 albero che sono andate ad già presente sul nostro profilo in facebook.

Solo click? No. Ogni singolo lettore potrà, solo se lo vorrà, contribuire a sostenere il progetto di riforestazione.

Come funziona il tutto? Unimondo ha un budget per la comunicazione. Invece di allocare il proprio budget nell’acquisto di carta stampata in Italia ha deciso di allocarlo in Kenya presso il progetto Tree is Life.

Quanti denari? Il budget che viene allocato è in proporzione sia al numero di fan che al numero di donatori che vorranno sostenere il progetto di riforestazione. Noi conosciamo i primi (circa 4.500) e pian piano anche i secondi.

Chi ci guadagna? Tutti. Unimondo avrà più lettori; i lettori avranno più notizie quotidiane sulla loro bacheca; Tree is Life avrà la possibilità di piantare più alberi in un paese che vede le aree forestate scendere drammaticamente da n 10% ad un misero 2%. I donatori avranno un’occasione in più per aiutare. Il clima farà un passettino in più verso la sostenibilità.

Come io lettore posso aiutare? Puoi pubblicare sulla tua bacheca personale il seguente testo:

Anch’io sostengo la campagna 1 fan – 1 albero ed invito i miei amici a piantare subito la loro piccola foresta in Kenya. Come si fa? In 5 passi:

1) entra in Facebook;

2) cerca “Unimondo Face2Facebook”;

3) diventa fan…se non lo sei già;

4) suggerisci agli amici che hai in Facebook di diventare fan di Unimondo;

5) suggerisci ad almeno 3 amici che hai in Facebook d’invitare i loro amici a fare questi 5 passi;

Il numero di alberi che verrà piantato in Kenya dipenderà dal numero di fan di Unimondo.

La redazione di Unimondo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: