forumambientalista

Napoli: domani sarà tragedia

In Senza categoria on dicembre 27, 2010 at 11:51 pm

Fino alle 14,00 di oggi a Napoli non è stato possibile depositare in discarica nemmeno un sacchetto dell’immondizia. Non era mai accaduto, anche nei momenti peggiori dell’emergenza qualche camion riusciva a portare i rifiuti in discarica. “Se si continua così” è stato il disperato appello l’assessore all’Igiene Urbana del Comune di Napoli, Paolo Giacomelli “ domani sarà una tragedia”

«All’impianto Stir di Caivano (Napoli) ci sono al momento 35 compattatori in fila e altri 15 stanno arrivando – spiega Giacomelli – all’impianto di Tufino ce ne sono dodici in fila e solo tre hanno scaricato. Si è creata questa situazione perchè stamattina era previsto che andassimo a conferire a Santa Maria Capua Vetere ma la Provincia di Caserta ha fermato tutto e di conseguenza si è creato un sovraccarico agli impianti». «La mia preoccupazione, il mio allarme è che se nell’arco della mattinata non riusciamo a conferire nulla – conclude – questo ci impedirà la raccolta di rifiuti dalle strade prevista nel pomeriggio. Non era mai accaduto di non riuscire a conferire nulla alle ore 14. Il che significa che si registrerà un netto aumento di immondizia, potremmo arrivare domani anche ad oltre 2mila tonnellate. Insomma, una tragedia»

L’assalto agli autocompattatori
La scorsa notte, come riportato dal Mattino di Napoli che si attiene alla ricostruzione fatta dalla polizia, 150 cittadini, non meglio identificati, hanno preso d’assalto e danneggiato nove autocompattatori diretti alla discarica di Chiaiano. Solo 5 sono riusciti a proseguire.

In tv però scorrono le immagini dell’esercito che libera la città dall’immondizia

Appena l’altra sera le tv avevano fatto vedere al paese le immagini dei mezzi dell’esercito e dei soldati che raccoglievano i rifiuti sulla strada dell’aeroporto. La “narrazione” era quella delle truppe che liberavano la città o almeno cominciavano a farlo. Era una narrazione bugiarda e inconsapevole. Cinquanta le tonnellate raccolte dall’esercito, cinquanta a fronte di una città che ogni giorno ne produce 1.200 e che ogni giorno, anzi ogni giorno che va bene, riesce a “conferirne”, cioè a scaricarne in discarica o altrove circa 600. “Avanzano” ogni giorno 600 tonnellate. Avanzano e restano per strada 600. Seicento da moltiplicare per mille e più di mille. Tanti infatti sono i giorni che mancano, secondo piani, calcoli e dichiarazioni ufficiali, alla costruzione e messa in funzione dei termovalorizzatori. Ammesso e non concesso che questa sia la soluzione, “avanzano”, se va bene, 600 tonnellate al giorno per circa tre anni. Fanno seicentomila tonnellate di rifiuti sotto le quali Napoli resterà letteralmente sepolta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: