forumambientalista

Piazza Montecitorio: oggi tiro alla fune tra speculatori e società civile

In Senza categoria on febbraio 17, 2011 at 3:24 pm

Una precedente manifestazione della Campagna ZeroZeroCinque

“Un tiro alla fune si sta consumando tra un manipolo di avidi speculatori da una parte e l’intera società civile globale dall’altra. I primi intenti a difendere i loro maxi-bonus, extra-guadagni e benefit mentre i secondi sono impegnati a salvaguardare i beni comuni come istruzione, sanità, ambiente, lavoro, sviluppo e cooperazione internazionale. Spettatori distratti di questo confronto o ammiccanti agli interessi degli speculatori, i leader olitici italiani”. Per questo la Campagna ZeroZeroCinque sarà oggi davanti al Parlamento a Roma e in altri 30 paesi per chiedere ai leader internazionali e in particolare a quelli europei di introdurre una piccola tassa sulle transazioni finanziarie capace di moderare gli eccessi delle speculazioni finanziarie.

“La tassa di importo molto contenuto, pari allo 0,05% sul valore di ogni transazione sui mercati finanziari – affermano i promotori della campagna – non scoraggerebbe chi investe sui mercati in un’ottica sana di medio-lungo periodo e a sostegno dell’economia reale. Ma sarebbe in grado di arginare gli eccessi di chi acquista e vende titoli migliaia di volte in un solo giorno per guadagnare sulle piccole oscillazioni del loro valore. Un’imposizione dello 0,05%, se applicata su scala globale, sarebbe in grado di generare un gettito di 655 miliardi di dollari l’anno da destinare alle politiche per uscire dalla crisi, per gli Obiettivi del Millennio e per la salvaguardia dell’ambiente. La tassa sarebbe applicabile in modo efficace anche a livello regionale, per esempio nella sola area euro”.

La giornata globale di mobilitazione è stata indetta dal network delle campagne internazionali che chiedono ai leader europei di introdurre una tassa sulle transazioni finanziarie capace di moderare gli eccessi delle speculazioni finanziarie e di generare un gettito rilevante da utilizzare per finanziare le politiche sociali, il welfare, la cooperazione internazionale e la tutela dell’ambiente. Dallo scorso anno la campagna ha diffuso un appello che è possibile sottoscrivere online.

La Campagna stima che tassando dello 0,05% ogni compravendita di titoli e strumenti finanziari nella sola UE si potrebbe registrare un gettito tra i 163 e i 400 miliardi di dollari annui, mentre a livello mondiale il gettito sarebbe compreso tra 400 e 946 miliardi di dollari l’anno. “Cifre importanti – affermano i promotori.- che permetterebbero agli Stati di colmare gradualmente quelle voragini che si sono aperte nei conti pubblici con i salvataggi delle grandi banche e con le misure di sostegno all’economia rese necessarie per contrastare la pesante crisi economica provocata dagli eccessi della finanza speculativa. Secondo stime recenti del Fondo Monetario Internazionale il costo globale della crisi avrebbe raggiunto i 13.620 miliardi di dollari a livello globale”.

“I cittadini hanno pagato un caro prezzo per la crisi” – sottolinea la Campagna. “Non una, ma già molte volte. Il nostro denaro non è stato usato per promuovere un’economia migliore e il benessere della società. E’ invece stato messo a rischio, è stato investito in un “casinò finanziario”. La crisi ha avuto conseguenze pesantissime sulla vita delle persone in tutto il mondo. La crisi ha comportato lo scoppio di una bolla dei prezzi del cibo e delle materie prime, con impatti devastanti, in particolare per i più poveri del mondo. Oggi dobbiamo sopportare tagli alle spese sociali e piani di austerità perché i conti pubblici sono disastrati anche nella “ricca Europa” che si trova nel mirino di una speculazione ripartita a pieno ritmo” – denunciano i promotori della campagna.

“Gli effetti di una tassa sulle transazioni finanziarie sarebbero estremamente positivi nel nostro Paese, dove la struttura produttiva è fondata sulle piccole e medie imprese” – riporta il documento della Campagna (in .pdf). “Chi esporta vedrebbe ridotto il rischio di speculazioni sulle valute; la quotazione del petrolio e delle materie prime sarebbe più stabile e prevedibile; diminuirebbero le possibilità di attacchi sui titoli di Stato, a tutela dei piccoli risparmiatori. L’Italia, anche in ragione delle dimensioni del debito pubblico, non può certo ritenersi al riparo dalle speculazioni. L’insieme dei cittadini e dell’economia nazionale trarrebbe quindi dei grandi benefici dall’applicazione di una tassa sulle transazioni finanziarie”.

I promotori ricordano che Francia, Spagna e Germania si sono già impegnati in questa direzione. “Se si aggiungesse l’Italia, la tassa sulle transazioni finanziarie potrebbe essere adottata nell’area euro in tempi brevi” – sostiene Andrea Baranes della CRBM, una delle realtà promotrici dell’iniziativa. Il presidente francese Sarkozy ha rilanciato la proposta in occasione del World Economic Forum di Davos dello scorso gennaio. “Finora – aggiunge Baranes – l’Italia ha scelto un atteggiamento attendista sulla questione, limitandosi ad argomentare che la tassa sulle transazioni finanziarie – seppur valida sul piano teorico – sarebbe difficilmente applicabile in pratica. Molti e autorevoli economisti, invece, la ritengono praticabile, anche a partire da aree geografiche ridotte, come ad esempio la zona Euro”.

La Campagna ZeroZeroCinque riunisce un amplissimo e variegato cartello di reti e associazioni della società civile italiana in coordinamento con le altre campagne europee internazionali a favore della tassa sulle transazioni finanziarie: Make Finance Work, l’anglosassone Robin Hood Tax Campaign, e la tedesca Steuer Gegen Armut. [GB]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: