forumambientalista

L’area di 20 chilometri attorno a Fukushima verrà dichiarata inabitabile

In Senza categoria on agosto 22, 2011 at 12:43 pm

Altro che rimandare a casa i profughi all’inizio del prossimo anno, come veniva detto finora. La radioattività è troppo alta e il Governo giapponese si appresta a dichiarare inabitabile l’area di 20 chilometri attorno alla centrale nucleare di Fukushima che attualmente è oggetto di evacuazione obbligatoria.

Forse nessuno potrà entrarci per decenni, come tuttora succede per la “zona di esclusione” attorno a Chernobyl.

Lo anticipa il New York Times, una fonte di solito altamente affidabile. Non dice però se – e quali – provvedimenti verranno presi per coloro che tuttora vivono nella zona adiacente a quella che verrà dichiarata inabitabile.

Secondo il New York Times, analisi effettuate dal ministero della Scienza e dell’Educazione, e rese pubbliche durante il fine settimana, mostrano che l’area di evacuazione obbligatoria è più radioattiva di quanto si pensasse.

Ad Okuma, situata a circa tre chilometri di distanza dalla centrale nucleare, è stata individuata la radioattività più alta: vivendo lì per un anno si sarebbe esposti a 508 millisievetr di radiazioni, ben oltre la soglia di 20 milliseivert che il Giappone considera sicura.

La soglia, fra l’altro, corrisponde a quella massima per i lavoratori delle centrali nucleari tedesche, ed è stata alzata in seguito all’incidente: prima era di un solo milliseivert all’ano.

Le analisi hanno mostrato decine di luoghi con radiazioni al di sopra del 20 milliseivert. Donde la notizia, ancora ufficiosa, che i profughi non potranno tornare alle loro case per un periodo di tempo indeterminato.

Nessuna notizia su eventuali analisi condotte nel raggio fra 20 e 30 chilometri, nel quale l’evacuazione è solamente “consigliata”.

I profughi sono circa 80.000, e vivono in rifugi provvisori. L’area attorno a Fukushima è fittamente popolata: 145 abitanti per chilometri quadrato, dice Wikipedia. Significa che i profughi nel raggio di 40 chilometri diventerebbero 700.000, e nel raggio di 50 chilometri salirebbero a 1.100.000. Tutte persone che il Giappone stremato dal terremoto e dallo tsunami dovrebbe ospitare, sfamare, risarcire.

La gente preme da tempo perchè il raggio di evacuazione venga ampliato. Se foste al loro posto, rimarreste a vivere ai confini di un’area talmente radioattiva da essere inabitabile

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: