forumambientalista

Acqua filtrata: le caraffe di nuovo sotto accusa

In Senza categoria on novembre 22, 2011 at 1:16 pm
Le caraffe filtranti non migliorano la qualità dell’acqua: dopo il rapporto del Nas il codacons studia class action. La Procura di Roma ha aperto un’inchiesta per accertare la frode in commercio. La nostra inchiesta nell’arretrato…
Un buco nell’acqua: avevamo scritto così nell’inchiesta sul numero di aprile di quest’anno, riportando le analisi incrociate di diversi laboratori. Quella delle caraffe filtranti è una storia che dura ormai da qualche anno, con molti esperti che avanzano dubbi sulla loro efficacia, e ora potrebbe concludersi con una mega class action, allo studio del Codacons, per rimborsare chi le ha acquistate. L’associazione ha atteso la perizia del Nucleo Anti Sofisticazione che adesso ha presentato il rapporto con risultati inequivocabili: le caraffe non migliorano la qualità dell’acqua!
 
Dalle analisi effettuate sull’acqua prima e dopo il trattamento con il filtro, risulta che il passaggio non incide né sulla durezza dell’acqua, né su tutte le altre sostanze che la pubblicità promette di eliminare. Risultato? L’acqua filtrata è uguale a quella del rubinetto anzi, se non viene bevuta subito dopo la filtrazione, potrebbe rivelarsi una fonte di batteri e quindi presentare controindicazioni per i consumatori. Il Nas ha depositato i risultati della perizia presso la Procura di Roma che, dopo quelle di Torino, Terni, Velletri, Sassari e Tivoli, ha aperto un’inchiesta per accertare la frode in commercio.
Il Codacons sta studiando la fattibilità di una class action per rimborsare chi ha acquistato le caraffe. “Se infatti il consumatore acquista un prodotto che non solo non mantiene le promesse contenute nelle pubblicità, ma addirittura non svolge neanche la funzione primaria per cui è nato (in questo caso il miglioramento qualitativo delle acque), il danno economico da lui subito è evidente – spiega il Codacons – Danno che è identico per tutti i soggetti che hanno acquistato il bene in questione, e che può essere risarcito attraverso una azione collettiva da intentare contro le ditte produttrici delle caraffe”. La questione come abbiamo scritto sul numero di aprile, intervistando alcuni aspetti, in realtà è un po’ più complessa: le caraffe possono filtrare alcune sostanze potenzialmente nocive, ma possono anche aggiungerne delle altre. Tutto dipende dall’uso che se ne fa e dalla manutenzione
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: