forumambientalista

La diga che distruggerà il popolo del fiume

In Senza categoria on dicembre 14, 2011 at 10:17 am

14 dicembre 2011

La sete di elettricità di San Paolo rischia di costare cara alle popolazioni indigene brasiliane

La terza diga idroelettrica del mondo sarà presto costruita in Brasile, incanalando le acque del fiume Xingu, uno dei principali affluenti del Rio delle Amazzoni: sarà l’impianto di Belo Monte, un’opera faraonica da 17 milioni di dollari di investimento. Secondo i critici dell’operazione, quest’opera potrebbe peggiorare in maniera più che sensibile le condizioni di vita dei 20mila Kayapo, un gruppo etnico per il quale lo Xingu è parte “della cultura, della tradizione e necessario al sostentamento”. Il National Geographic ha le foto di questa straordinaria popolazione che si mantiene totalmente allo stato pre-industriale. L’opinione della società che sta costruendo l’impianto, la Norte Energia, è che “il progetto non prevede alcun danno agli abitanti”. La realtà potrebbe però essere diversa.

LA DIGA – “Appena nati, i bambini sono portati all’acqua. Giocano nel fiume tutto il giorno: diventano ottimi nuotatori prestissimo”, dice Cristina Mittermeier, una fotografa che è più volte entrata in contatto con queste popolazioni. Non è la prima volta che un progetto di diga va a minacciare queste popolazioni: altri progetti del genere sono stati abbandonati. La diga di Belo Monte, però, procede a passi spediti: “E’ strategica per il paese”. Ecco quello che potrebbe distruggere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: